L'angolo del Don

Un Grest diverso … ma comunque Grest

 

Un Grest diverso … ma comunque Grest

Ci sono appuntamenti che non si vede l’ora di vivere; si aspetta magari unanno, ma non si manca perché è qualcosa di unico, anche se lo si ripete spesso.Si ha l’occasione di rivedere persone con cui si è condiviso quel momentoparticolare perché è stato riempito di amicizia, gioco, preghiera, attività etanto altro. Questo appuntamento è il Grest che lo “capisce” profondamente chilo prepara e chi lo vive. A volte capita di sentirsi chiedere quale sarà iltema dell’anno dopo mentre si sta ancora vivendo quello dell’anno. E’ propriobello il Grest. Ma quest’anno le cose non sono andate come si erano pensate eprogrammate. Abbiamo dovuto fare i conti con il virus del Covid -19 che habuttato all’ aria praticamente ogni cosa e attività. Le reazioni sono statetante e delle più diverse: si poteva stare a guardare, lamentarsi, far finta diniente … o darsi da fare. E così è stato. In collaborazione con il Comune diSondrio, la Cooperativa Forme, abbiamo organizzato l’attività Estivachiamandola SI PUO’ FARE! L’ESTATE A SONDRIO CHE NON TI ASPETTI. Ed’stata una sorpresa per tutti, perché il virus ci ha costretti a fare i conticon tante limitazioni e attenzioni da avere nei confronti di coloro cheavrebbero partecipato, sia ragazzi, animatori, volontari e responsabili.Inoltre ha favorito una collaborazione tra enti diversi, dove è stata messa adisposizione di tutti la propria competenza, professionalità e passioneeducativa. L’organizzazione, per ovvie ragioni, è stata limitata all’essenziale ma ciò non ha impedito di proporre sei settimane di attività pressola Scuola Paini, a diversi orari (mattina, pomeriggio, tutta la giornata), divedere impegnati una trentina di animatori del nostro oratorio… questa è stato il bellissimo risultato dell’estate: il loro impegno, la loroamicizia, la gioia e l’allegria hanno rallegrato, nonostante i numeri ridotti,bambini e ragazzi. Guidati da Fitwi, giovane salesiano di Nave hanno animatonel senso più bello termine, dando prova anche di serietà e attenzione. Sonostati bravi e presenti; e ora con il nuovo oratorio speriamo che il loroimpegno continui. E’ stata un’estate sicuramente diversa dal solito, che hafatto porre tanti interrogativi, ma non ci ha visto spettatori protagonistiattivi e consapevoli: Abbiamo accolto la scommessa e l’abbiamo vinta, perchéabbiamo voluto un senso profondo: Gesù e don Bosco ci chiamavano lì, ad esserepresenti lì, a stare come salesiani lì. Abbiamo cercato di dare, ma abbiamoanche ricevuto; abbiamo dato il nostro contributo ma abbiamo anche imparato,abbiamo sperimentato che da soli si arriva prima, ma insieme si fa più lontano.E l’anno prossimo come sarà? Non possiamo saperlo; ma sicuramente vivremo tuttele attività con uno sguardo nuovo e un cuore grato di essere parte di unagrande storia e di una bella famiglia per essere buoni cristiani e onesticittadini, felici nel tempo e nell’ eternità!

 Don Luca, Fitwi e gli animatori diSan Rocco


San Rocco, estate 2020


< Torna alla lista